Come riciclare i tappi di sughero

Hai mai buttato dei tappi di sughero nella spazzatura, chiedendoti se ci fossero delle alternative migliori? Ti è mai venuto il dubbio che possa essere uno spreco eliminarli così? Ebbene sì, è uno spreco. Per fortuna, ci sono tanti modi per dare nuova vita al vecchio sughero!

Cosa fare coi tappi
Dove portarli
Associazioni, enti o proprietari di attività
Benefici che si ottengono

Tappi di sughero e bottiglie di spumante.

Cosa fare coi tappi di sughero

L’alternativa più pubblicizzata è sicuramente il «riciclo creativo»: se cerchi su Google, trovi 1000 e più idee. Il problema è che non tutti hanno tempo e voglia di dedicarsi al bricolage. Motivo per cui, purtroppo, in Italia milioni di tappi finiscono ogni anno nei rifiuti.

E qui entra in gioco la raccolta dei tappi di sughero! Essi sono costituiti da un materiale naturale ed ecologico: riciclarlo significa diminuire lo sfruttamento di risorse naturali vergini (oltre che la quantità di rifiuti prodotti).

Partecipare alla raccolta non è difficile, tutto ciò che serve fare è mettere i tappi da parte. Di tanto in tanto, quando ne accumuli abbastanza, li porti nel punto di raccolta più vicino a te. Oppure li fai avere a parenti o amici che ci abitano nelle vicinanze. (Niente di diverso rispetto alla raccolta dei tappi in plastica.)

Successivamente, specifiche associazioni ed enti, impegnati da anni in questa missione, si occupano del prelievo e smistamento del sughero.

> Torna all’inizio.

Dove portare i tappi

Dal nord al sud Italia, sono ben 16 le regioni «virtuose». L’obiettivo è di arrivare a 20, perciò diamoci da fare! Per sapere dove portare i tappi di sughero, visita i seguenti siti.

▪ «Amorim Cork Italia» (Calabria, Campania, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria, Veneto; figura sotto): nella sezione «Elenco associazioni aderenti…» trova la tua regione e contatta una delle associazioni presenti (comodamente per telefono o via e-mail). Ti indicheranno entusiasti i punti di ritiro sul tuo territorio!

▪ «Tappo-a-chi» (Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Toscana, Veneto): clicca sulla tua provincia o comune, segui i link indicati per trovare il centro di raccolta più vicino a te (oppure per scoprire se c’è già un servizio attivo o dei cassonetti riservati ai tappi di sughero).

▪ «Artimestieri» (Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana, Trentino-Alto Adige, Umbria, Valle d’Aosta, Veneto): accedi alla mappa e naviga fra i punti indicati.

Puoi trovare alcuni punti di raccolta consultando le seguenti liste disponibili online.

Friuli-Venezia Giulia: vai al sito di «Tappo di vino» e clicca sulla tua provincia.

Lombardia: vai al sito di «A braccia aperte» e controlla sulla mappa.

Piemonte, Novara: vai al sito di «Libera Piemonte – Novara». Province di Asti, Cuneo

Toscana, provincia di Arezzo: consulta la lista o contatta «Ragazzi Speciali Onlus» tramite l’azienda «La Conserveria». Provincia di Pisa: contatta l’«Anffas onlus Pisa» per chiedere il ritiro dei tappi o farti indicare un punto di raccolta. (Se abiti nelle vicinanze di Montalcino, puoi portare i tappi presso l’azienda agricola segnata nella mappa.)

Veneto: vai al sito di «Associazione Brain» e scorri la pagina verso il basso.

▪ Località varie #1 [Bari, Caderzone Terme (TN), Cossato (BI), Cuneo, Genova, Massa, Roma]: vai alla mappa di «A braccia aperte».

▪ Località varie #2 [Asti, Bergamo, Bormio, Bra, Lugano, Milano, Morbegno, Palermo, Roma, Torino]: trova il punto vendita «Negozio leggero» più vicino a te.

Se, nella tua regione, ancora non ci sono associazioni attive, hai tre possibilità.

Rivolgiti a un’associazione che conosci, spiegando la missione e offrendo la tua collaborazione. Insieme potete organizzare i punti di ritiro, il trasporto e la consegna dei tappi ad «Amorim». (Contattala per avere ulteriori istruzioni.)

▪ Organizza la raccolta di tua iniziativa (come nel caso precedente) e chiedi a qualche amico o parente di aiutarti. (Potrebbe essere molto efficace posizionare box di raccolta presso supermercati e centri commerciali.) Quando raggiungi la soglia dei 500 kg (o più), contatta direttamente «Amorim».

▪ Verifica se nel centro di raccolta (o piazzola ecologica) più vicino a te vengono accettati e differenziati i tappi di sughero.

Amorim Cork Italia

[Se sei coinvolto in una raccolta tappi (soprattutto se in regioni non riportate sopra) e vuoi apparire online, contattami! Le informazioni che fornirai verranno messe in elenco, facilitando chi è interessato a trovarti.]

> Torna all’inizio.

Indicazioni per associazioni, enti o proprietari di attività

Se fai parte di un «gruppo» oppure sei un privato cittadino (o proprietario di un’attività) e vuoi «fare qualcosa di più», allora leggi le seguenti istruzioni.

Associazioni/attività/enti privati – Contatta altre associazioni per fare da punto di ritiro (o cooperatore) oppure rivolgiti ad «Amorim» per diventarne collaboratore. Controlla se nel tuo territorio esiste un’azienda (o ente) che possa eseguire la raccolta e/o smistamento dei tappi usati ed, eventualmente, acquistarli.

Enti di raccolta rifiuti – Contatta un’associazione sul tuo territorio (già operativa o meno), chiedine l’appoggio e offriti di partecipare alla raccolta. Cerca aziende che possano smistare o acquistare i tappi.

Associazioni/enti pubblici – Invia ad «Amorim» informazioni inerenti l’associazione o ente pubblico, i punti di ritiro ipotizzati, la destinazione dei fondi e i potenziali partner coinvolti.

> Torna all’inizio.

Benefici che si ottengono raccogliendo i tappi in sughero

Contribuendo alla raccolta, ti rendi partecipe e promotore di molte buone, anzi, ottime azioni!

▪ Riduzione dei rifiuti – L’equazione è facile: ogni chilo di tappi riciclati è un chilo di spazzatura in meno.

Minore sfruttamento delle querce da sughero – Ci vogliono 45 anni affinché la loro corteccia sia utilizzabile per i tappi e si aspettano almeno 10 anni per ogni successiva «decortica». Ecco perché sono una risorsa così preziosa!

▪ Beneficenza – Le raccolte sono gestite da associazioni con scopi benefici (o che devolvono i ricavi a tali scopi), come la cura di malattie gravi o rare, la lotta alla mafia, lotta alla povertà e così via.

▪ Riutilizzo – I tappi vengono sminuzzati e reimpiegati nella bioedilizia, design d’arredamento, componenti automobilistici, aereonautica, «eco-assorbenti» e molto altro.

 

Se hai deciso di raccogliere i tappi di sughero (o li raccogli già), puoi senz’altro essere fiero di te. È un piccolo gesto, ma equivale a un grande aiuto. Se ancora non hai deciso, cosa stai aspettando? 😉

È un’iniziativa importante, condividila e falla conoscere! Spargi la voce fra amici e parenti, fatti dare i loro tappi o spiegagli dove possono portarli.

> Torna all’inizio.

Cosa ne pensi? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

26 commenti su “Come riciclare i tappi di sughero”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: